Salta al contenuto principale

Nel nome della terra

Un film di Edouard Bergeon

Nel Nome della Terra, il film diretto da Edouard Bergeon, segue la storia di Pierre Jarjeau (Guillaume Canet), giovane venticinquenne che torna in Francia, a Wyoming, per riabbracciare la sua fidanzata Claire (Veerle Baetens) e gestire la fattoria di famiglia. Passa il tempo e 20 anni dopo, grazie al duro e intenso lavoro di Pierre, la fattoria è diventata più grande, ma anche la famiglia si è allargata. Ora Pierre e Claire hanno due figli: Thomas (Anthony Bajon) che aiuta il padre come può e Emma, la piccola di casa. Ogni anno tutti insieme costruiscono una piscina con le balle di paglia e per vedere gli amici si spostano in bicicletta di fattoria in fattoria, è così che i giorni passano felici e all'insegna di piccoli e semplici piaceri quotidiani. Fino a quando, nonostante la profonda unione della famiglia e i sacrifici, il lavoro di Pierre si ferma e i debiti iniziano ad accumularsi. Andare avanti diventa sempre più difficile. Pierre è esausto e lentamente sarà inghiottito dall'ormai ingestibile situazione che lo porterà a prendere una drammatica decisione...

Con Guillaume Canet Veerle Baetens Anthony Bajon Rufus Samir Guesmi Marie-Christine Orry

Produzione: Francia Belgio , 2019 , 103min.

Nel Nome della Terra (2020): Trailer Italiano del Film con Guillaume Canet - HD

Abbiamo un padre che ha sacrificato la propria vita nel lavoro dell'agricoltura e dell'allevamento che non intende 'regalare' il frutto delle sue fatiche al figlio, pretendendo la remunerazione di un affitto. Un figlio che deve affrontare le difficoltà della modernizzazione assumendo dei rischi d'impresa non di secondaria importanza. Una moglie e due figli che lo amano ma che, da un certo punto in poi, faticano a reggere il passo con la sua progressiva identificazione con i problemi che insorgono.

Il film di Edouard Bergeon però va oltre tutto ciò e, partendo da dati autobiografici, ci spinge a riflettere sulla vita di chi è legato, anche per cultura, alla terra ed è costretto a combattere con una società in cui il profitto sta al primo posto e nella quale anche chi vuole intraprendere è sottoposto a gioghi sotto cui è difficile passare.

Le svolte della narrazione sono sostenute dalla verosimiglianza anche quando si presenta il cosiddetto colpo di scena grazie anche a una tradizione del cinema francese che, a differenza di altre cinematografie sostanzialmente 'urbanizzate', non ha mai dimenticato di raccontare la propria provincia e la vita di chi abita in campagna con le sue luci e le sue ombre.