Salta al contenuto principale

Just Charlie

Un film di Rebekah Fortune

Just Charlie - Diventa chi sei, il film diretto da Rebekah Fortune, racconta la storia di Charlie (Harry Gilby), giovane in piena adolescenza che vive nella campagna inglese insieme alla sua famiglia. Il ragazzo è estremamente portato per il calcio e il suo talento non sfugge a una delle squadre più grandi del Paese, il Manchester City, che gli offre un'opportunità. Nonostante suo padre sia entusiasta del possibile ingaggio del figlio nel team, Charlie non ne è così elettrizzato all'idea di un futuro da professionista. Il calcio, infatti, non è il suo sogno. Il giovane ha un'altra passione segreta, che lo rende felice, ma soprattutto gli permette di sentirsi se stesso: vestirsi da donna. Charlie si sente in trappola, vive in un corpo che non gli appartiene. È così che l'ingaggio con il Manchester lo mette di fronte una dura scelta: compiacere il padre o assecondare quella che è la sua vera identità, uscendo finalmente allo scoperto. La sua esistenza è giunta a un bivio e Charlie deve trovare dentro di sé la forza per lottare...

Con Harry Gilby Scot Williams Patricia Potter Elinor Machen-Fortune

Produzione: Gran Bretagna , 2019 , 99min.

JUST CHARLIE - DIVENTA CHI SEI | Trailer Italiano del film con Harry Gilby

Il racconto di formazione di Rebekah Fortune vorrebbe approcciare con sensibilità una materia rischiosa, il percorso arduo di riassegnazione sessuale di un ragazzo il cui corpo non è conforme alla propria identità, ma i cliché sono dietro l'angolo. Al cinema, l'autrice britannica preferisce la causa e l'intenzione ideologica. Nulla lo vieta ma il risultato è l'accumulo aneddotico delle tribolazioni di un adolescente e una costruzione narrativa di saturazione, pathos e imbrogli drammatici.

Il più grave inciampa sull'epilogo e una suspense che rende la mostruosità che pretende di denunciare (la violenza contro il protagonista transgender) patetica e produttiva. La suspense, trattenuta a lungo sul volto del padre di Charlie (Scott Williams), rimanda l'esito sul destino del protagonista fino all'happy end, giocando scorrettamente con la vita di un adolescente e il sentimento dello spettatore.

Concepito probabilmente con la volontà di piacere a tutti e di non dispiacere nessuno, Just Charlie - Diventa chi sei esclude qualsiasi paradigma estetico e finisce per sfumare la complessità del conflitto interiore di un ragazzo sospeso tra due età e due sessi. L'errore del film è di non evitare le convenzioni, a partire dalla famiglia, definita soprattutto dal padre, come luogo di rifiuto. Diversamente da Girl di Lukas Dhont, che sviluppa tra genitore e figlia una comprensione mutuale, rinnovando lo sguardo sul soggetto e accompagnando la comprensione plasticamente superba dei tormenti della fine dell'infanzia con le sperimentazioni cromatiche di Wong Kar-wai e l'energia di Xavier Dolan, Just Charlie - Diventa chi sei sposa uno schema conflittuale convenuto. Un ritratto bidimensionale che non trasfigura mai il desiderio di Charlie di diventare femmina.