Salta al contenuto principale

Il viaggio del principe

Un film di Jean-François Laguionie Xavier Picard

Il viaggio del principe, film diretto da Jean-François Laguionie e Xavier Picard, racconta la storia di un principe anziano che, sopravvissuto alla rottura di un lago ghiacciato, si risveglia su una sponda ferito e smarrito. Viene soccorso da Tom, un giovane che lo aiuta e lo porta fino a casa sua, dove vive con i genitori, due scienziati esiliati perché hanno affermato che, oltre al nostro, esistono altri popoli più primitivi. È così che il principe viene a conoscenza di un mondo a lui ignoto, fatto di città sontuose che sorgono nel bel mezzo della foresta, fabbriche con catene di montaggio e tecnologia per lui avanzatissima, come l'elettricità. Ma il principe vede anche i lati negativi di questo popolo, convinto di essere l'unica società civile al mondo. Nel frattempo i genitori di Tom presentano il principe all'Accademia come prova che attesti la veridicità delle loro tesi in precedenza presentante e rifiutate dalla comunità scientifica

Produzione: Francia , 2021 , 77min.

Il Viaggio del Principe Trailer sub ita

Ispirata a Scimmie come noi, film d'animazione del maestro dell'animazione francese Jean-François Laguionie, una favola sulla convivenza fra popolazioni e sul rapporto tra scienza e natura.

Il film precedente di Jean-François Laguionie, Le stagioni di Louise (2016), fu per molti una rivelazione: un'opera toccante sulla vecchiaia e sulla morte che con colori pastosi e sfumature leggere creava un mondo astratto attraversato da immagini libere e sorprendenti.

Il viaggio del principe, realizzato nel 2019, scritto dal solo Laguionie e diretto in coppia con Xavier Picard, riprende la medesima animazione sognante dai tratti leggeri ed eterei, senza però inserti fantasiosi. Ambientato in un'epoca indistinta che rimanda al tardo Ottocento, alle sue scoperte tecnologiche e alle sue ricerche in campo etnografico, il film si serve di un approccio più realistico, per quanto in realtà fiabesco, per allestire una metafora sui rapporti fra gli esseri viventi e fra la natura e la scienza.

Il vecchio principe protagonista è uno straniero che giunge in un mondo civilizzato in tutto e per tutto simile all'umanità, convinta della propria grandezza e metaforicamente chiusa nella grande città che ha costruito strappando terreno alla foresta. La supremazia della scienza sull'istinto è il tratto fondamentale della società in cui vivono il piccolo Tom e i suoi genitori scienziati, i quali sono mossi da un approccio più aperto e dubbioso nei confronti dell'altro e della conoscenza.

Come ha detto lo stesso Laguionie, «mai come alla fine del XIX secolo l'uomo si è sentito superiore alla natura e a tutti quelli che, secondo il suo punto di vista, non avevano raggiunto lo stesso grado di evoluzione». Da qui l'idea di raccontare nel film uno scontro di civiltà che ricorda da vicino analoghe atmosfere dell'animazione giapponese (non solo Miyazaki, ma anche Katsuhiro Otomo) e si presta a diventare una riflessione sul destino...