Salta al contenuto principale

Il Collezionista di Carte

Un film di Paul Schrader

Il collezionista di carte, film diretto da Paul Schrader, racconta la storia di William Tell (Oscar Isaac), un ex militare dedito al gioco d'azzardo. La sua esistenza, da sempre vissuta nell'ombra, viene sconvolta quando incontra Cirk (Tye Sheridan), un giovane che è in cerca di vendetta. Il ragazzo e William hanno un nemico in comune, un colonnello militare, ma al contrario di Cirk, l'ex soldato non medita vendetta. Per William l'incontro con il giovane si rivela un'occasione per redimersi e si propone di riformarlo, grazie all'aiuto di una misteriosa finanziatrice, La Linda (Tiffany Haddish). Tell porta Cirk in viaggio con sé e lo introduce nel mondo dei casinò, facendolo partecipare con lui al World Series of poker di Las Vegas, dove l'uomo vuole assolutamente vincere. Ma il ragazzo è troppo arrabbiato per farsi distrarre o condurre sulla retta vita e sarà lui a far ricadere William nel suo oscuro passato, del quale l'uomo non è mai riuscito a liberarsi...

Con Oscar Isaac Tye Sheridan Tiffany Haddish Willem Dafoe Ekaterina Baker

Produzione: USA Gran Bretagna , 2021 , 112min.

"Il poker è tutta una questione di attesa" e lo è anche il cinema di Paul Schrader, che costruisce personaggi in bilico portandoli fino all'orlo del salto nel vuoto.

Il tema di Schrader, sceneggiatore e regista, è il senso di colpa (calvinista) accompagnato da un desiderio ossessivo di redenzione, e William Tell, che ha il nome dell'eroe nazionale svizzero capace di centrare una mela con una freccia, non fa eccezione. La sua calma apparente nasconde un fuoco interiore difficile da tenere a freno, e la sua colpa è di quelle che non si cancellano, né per un uomo, né per una nazione.

Senza voler rivelare troppo della trama, c'entrano Guanatanamo e un certo fanatismo patriottico yankee, anche al tavolo verde (che fa da sfondo ai titoli di testa), e si parla di responsabilità, individuale e collettiva, nei confronti delle proprie azioni, il cui peso "non può essere rimosso". L'incontro fra William, un ragazzo animato dal suo stesso fuoco vendicatore e La Linda, che risveglia in lui una componente (anche fisica) a lungo tenuta a freno, metterà in moto per William un meccanismo inarrestabile di rivalsa.

Oscar Isaacs si inserisce con insospettabile perfezione nel filone di antieroi solitari iniziato con il Travis Bickle di Taxi Driver (di cui Schrader è stato sceneggiatore per Scorsese, che figura fra i produttori de Il collezionista di carte) e proseguito con il Julian Cole di American Gigolo e il John LeTour di Light Sleeper (il finale di Il collezionista di carte richiama quello di questi ultimi due film).